VITTORIA (RG): GLI STUDENTI PENDOLARI SEGNALANO DISAGI NEI TRASPORTI.

Il commissario straordinario Vice Prefetto Giancarlo Dionisi interviene sulla questione dei disagi segnalati dagli studenti pendolari della tratta Scoglitti-Vittoria-Comiso-Ragusa.

“Lo scorso 5 Ottobre – dichiara il Vice Prefetto – abbiamo ricevuto una nota con la quale i genitori di circa duecento studenti pendolari segnalavano gravi disservizi nella gestione del servizio. In particolare, venivano lamentati l’ insufficienza dei   posti a sedere, con la conseguenza che molti   studenti sarebbero costretti   a   viaggiare   in   piedi, con   grave rischio   per   la   loro   incolumità,   mentre   molti   altri,   nonostante   l’abbonamento   mensile pagato, non verrebbero fatti salire sui pullman; la pretesa, avanzata dagli addetti alle vendite degli abbonamenti, di conoscere preventivamente l’orario di uscita dagli istituti scolastici frequentati dagli studenti, che chiaramente non sono omogenei per   tutte   le   scuole; criticità nel pagamento delle tratte e difformità di trattamento.

Dal momento che la società che assicura il servizio è titolare di un contratto di affidamento di servizi extraurbani, già in concessione regionale, per le linee Scoglitti-Vittoria-Comiso-Ragusa, una volta ascoltati i genitori degli studenti ci siamo immediatamente attivati chiedendo un incontro urgente ai vertici della società di trasporti, incontro che è stato fissato per lunedì prossimo.

Contestualmente abbiamo avvisato la Regione, alla quale abbiamo chiesto un sostegno e un intervento utile a definire le problematiche evidenziate dalle famiglie degli studenti.

Infine, colgo l’occasione per annunciare che sono in fase di emissione i mandati per il rimborso degli abbonamenti relativi ai mesi di Dicembre 2017 e Gennaio 2018.  

La Commissione straordinaria sta prestando la massima attenzione alla problematica, perché la sicurezza e il comfort del servizio di trasporto siano sempre garantiti, a tutela dei ragazzi che per studiare sono costretti a spostarsi in pullman”.