MAZARA DEL VALLO (TP): SI CONCLUDE IL FESTINO DI SAN VITO 2016

Con l’auspicio che si dia avvio al processo di beatificazione del gesuita Giovanni Matteo Adami, nato a Mazara del Vallo nel 1576 e martirizzato a Nagasaki in Giappone nel 1633, si è conclusa l’edizione 2016 del Festino di San Vito dedicato quest’anno ai Gesuiti.
La giornata conclusiva del Festino è stata aperta ieri dalle celebrazioni eucaristiche in Cattedrale; nel pomeriggio il Simulacro del Santo Patrono di Mazara del Vallo è stato trasportato in processione nel piazzale Quinci e da lì imbarcato, come da tradizione, su un peschereccio, l’Afrodite. Nel corso della traversata in mare, accompagnata da decine di imbarcazioni, è stato reso omaggio al Simulacro del Cristo collocato a 18 metri di profondità in un tratto di mare compreso tra San Vito e Bocca Arena, da parte dei sub dell’associazione “Blue Deep”. L’omaggio florerale è stato reso anche a tutti i caduti in mare.
Il simulacro di San Vito, una volta sbarcato, è stato condotto in processione nella chiesa di San Vito in Urbe. Il Festino si è quindi concluso con i giochi pirotecnici.
L’Amministrazione Comunale ed il Consiglio Comunale sono stati rappresentati dall’Assessore Anna Monteleone e dal presidente Vito Gancitano, presenti alle cerimonie conclusive unitamente ad Autorità civili, militari e religiose.
Il bilancio del Festino di San Vito 2016 è più che positivo sia per la sentita partecipazione ai riti religiosi che per l’alto livello delle manifestazioni e delle drammatizzazioni culturali.
L’Amministrazione Comunale rinnova il plauso ed il compiacimento al prof. Giovanni Isgrò ed ai suoi collaboratori per la consueta professionalità e l’impegno dimostrati.