RAGUSA: IL COMUNE ADERISCE AL PROPOSTA DI PARTENARIATO “GAL TERRA BAROCCA”

Il Comune di Ragusa ha deciso di aderire al partenariato pubblico – privato promosso per procedere unitariamente alla candidatura e costituzione del nuovo “Gruppo di Azione Locale (GAL) con la denominazione “GAL TERRA BAROCCA”, al fine di partecipare della selezione della Strategia di Sviluppo Locale prevista da un apposito bando regionale.
Tale decisione in un provvedimento approvato stamane della Giunta Muncipale, che decidendo di aderire al costituendo “GAL TERRA BAROCCA” in qualità di socio ha altresì approvato lo schema di protocollo d’intesa pubblico – privato per la costituzione del “GAL TERRA BAROCCA” individuando il Comune d Modica quale ente capofila. Nella stessa delibera si dà mandato al sindaco pro tempore della città della Contea di attivare e coordinare tutte le procedure necessarie alla creazione di questo nuovo “Gruppo” per la cui costituzione il Comune di Ragusa verserà, come quota iniziale, la somma di € 3.000,00.
Tra i soggetti pubblici che sottoscriveranno il predetto protocollo d’intesa figurano oltre che il Comune di Ragusa anche i Comuni di Modica, Scicli, Ispica, Santa Croce Camerina, mentre i soggetti privati sono: l’O.P. Moncada -Società agricola Cooperativa, Fonteverde-Società consortile agricola, A.Bio.Med. Società agricola cooperativa, Progetto Natura, Colle d’Oro, Sud Tourism, Trinacria Itinerari, Glocal, Erreginet, Confraternita della Fava Cottoia di Modica, AgriturismoModica, Centro Commerciale Naturale Frigintini, Rumori dio Storia -RDS.
Obiettivo del “GAL TERRA BAROCCA” è quello di essere pronti per partecipare alla strategia del Programma di Sviluppo Rurale della Sicilia 2014 -2020 .
Tra gli interessi principali del “GAL TERRA BAROCCA” quelli di concentrare l’azione nelle zone marginali e a maggior rischio di depauperamento o degrado di risorse umane, economico-sociali ed ambientali, valorizzare le risorse locali incentivando attività sostenibili sotto il profilo ambientale, economico e sociale, promuovere il consolidamento di una logica programmatoria ispirata alla partecipazione ed al coinvolgimento delle comunità locali, sostenere strategie di sviluppo che individuino un chiaro obiettivo di cambiamento del proprio territorio.