rectangle ad

MESSINA: ”DAL REGOLAMENTO COSAP AL RILANCIO DEL SETTORE COMMERCIO. PAGARE TUTTI PER PAGARE MENO” CONVEGNO SABATO 16 A PALAZZO ZANCA

Sabato16, dalle ore 9 alle 13, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, si svolgerà “Dal regolamento Cosap al rilancio del settore commercio. Pagare tutti per pagare meno”, convegno promosso dalla X Commissione consiliare e dall’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili. Dopo i saluti del sindaco, Renato Accorinti; della presidente del Consiglio comunale, Emilia Barrile; degli assessori, al Patrimonio, Luca Eller Vainicher, ed al Commercio, Guido Signorino; della presidente della III Commissione consiliare Commercio, Nora Scuderi; il presidente della X Commissione consiliare Patrimonio, Daniele Zuccarello, introdurrà i lavori presieduti e coordinati da Enrico Spicuzza, presidente ODCEC di Messina. Il programma prevede gli interventi di Daniele Borzì, commissario della Camera di Commercio, su “Operare in sinergia per il benessere della città. Tutti i numeri della crisi”; Carmelo Picciotto, presidente Confcommercio, su “Il regolamento Cosap e le sue implicazioni sul tessuto commerciale messinese”; Alberto Palella, presidente Confesercenti, su “Vincere la crisi dalla sinergia tra le aziende al ruolo degli enti locali”; Giuseppe Interdonato, presidente Confartigianato, su “Concorrenza sleale da abusivismo”; Natale Capone, direttore CLAAI, su “Piccole imprese e sovraindebitamento”; Carmelo Garufi, segretario generale Filcams Cgil, su “Il ruolo strategico degli Enti Bilaterali; Pancrazio Di Leo, segretario generale Fisascat Cisl, su “Il ruolo strategico degli Enti Bilaterali”; e Eliseo Gullotti, segretario generale UilTuCS Messina, su “Il patto d’area e le deroghe ai contratti nazionali di lavoro”. “L’obiettivo del convegno – evidenzia Daniele Zuccarello – è dimostrare che un’altra strada è possibile. Solo attraverso la sinergia tra tutti i soggetti coinvolti e una approfondita e seria riflessione su quanto accaduto e sta accadendo al nostro tessuto commerciale si può infatti individuare un percorso alternativo che porti la città a ritrovare la sua vocazione. In quest’ottica necessario diviene il contributo dell’Ordine dei commercialisti ed esperti contabili di Messina, che, insieme alla X Commissione Consiliare, ha promosso l’evento. Un contributo chiave per chiarire i contorni di un quadro di cui spesso solo chi opera all’interno conosce i dettagli e le chiavi di lettura necessarie all’individuazione di strategie di ripresa a lungo termine. Una finalità che si riscontra anche nei qualificati interventi di esperti del settore, dal commissario della Camera di Commercio ai vertici delle più rappresentative associazioni datoriali e sindacali, fino ai contributi preziosi di chi da anni con grande sacrificio opera sul territorio. Un confronto aperto, schietto che si pone come obiettivo non solo quello di dimostrare come la politica locale, attraverso tasse, balzelli e mille pastoie burocratiche spesso sia di ostacolo a chi a Messina vuole fare impresa, ma anche e soprattutto quello di elaborare proposte, dalla riduzione della tassa di occupazione del suolo pubblico all’applicazione di un Patto d’Area in deroga ai contratti nazionali di lavoro, che possano in qualche modo portare al rilancio di un settore vitale come quello del commercio. Perché una città che tradisce la sua vocazione è una città destinata a morire. Messina è stata sempre una città commerciale. Sin dai decenni scorsi – conclude il presidente della X Commissione consiliare – il settore commercio è stato l’asse portante su cui ha poggiato l’intera economia cittadina. Oggi, complice una crisi che ha contratto i consumi e una politica locale che non ha saputo sostenere il tessuto imprenditoriale, il settore si trova nell’impossibilità di reagire alle nuove sfide imposte dalla triste congiuntura economica”.

rectangle ad